Osteopatia e Cura del Dolore Lombare

Il dolore lombare o come viene comunemente chiamato in ambito medico lombalgia, è più un sintomo piuttosto che una malattia. Come per il mal di testa e altri disturbi del sistema muscolo-scheletrico il dolore lombare può avere cause multiple. La forma più comune di dolore lombare è rappresentata dalla lombalgia aspecifica, questo termine indica che le cause del dolore non possono essere determinate con assoluta certezza.

Epidemiologia e Fattori di rischio

Il dolore lombare è la causa primaria di disabilità nei paesi sviluppati ed in via di sviluppo. I fattori di rischio principali per sviluppare dolore lombare sono il lavoro pesante in cui si sollevano carichi eccessivi molte volte al giorno, il fumo, l’obesità e la depressione (Maher et al 2016; Non-specific low back pain. Lancet).
Il dolore lombare può avere effetti economici molto severi per la persona che ne soffre. Infatti esso rappresenta il più frequente disturbo cronico che costringe le persone a perdere il lavoro prematuramente, crea più assenteismo rispetto ai disturbi cardiovascolori, il diabete e le malattie respiratorie.

osteopata e dolore lombare

Presentazione clinica, segni e sintomi

In uno studio condotto in Itali sul 1172 pazienti con dolore lombare acuto la maggior parte aveva già avuto un episodio precedente (76%). La maggior parte dei pazienti riferivano dolore intenso (80%) che limitava moderatamente le attività della vita quotidiana. Il dolore lombare può essere determinato da eventi traumatici (sollevamento ripetuto di carichi pesanti) o fattori psicosociali (stress e/o stanchezza) oppure da una combinazione dei due. Tendenzialmente, i pazienti che lamentano dolore alla schiena non riescono a riferire un evento preciso che ha determinato l’insorgenza del dolore.

L’importanza della diagnosi differenziale

Il dolore alla colonna lombare è spesso un sintomo che si accompagna ad altre patologie. Risulta quindi fondamentale escludere tutti quei casi dove il dolore origina da altri problemi preesistenti (es. aneurisma aortico); oppure se è legata a specifiche patologie del rachide (es. fratture compressive o la sindrome della cauda equina); bisogna altresì osservare la presenza di radicolopatie o stenosi del canale vertebrale.
I casi rimanenti, che rappresentano la maggioranza, sono esclusivamente descritti come DOLORE LOMBARE ASPECIFICO. Questo significa che il dolore lombare nella maggior parte dei casi può derivare da più strutture anatomiche (es. dischi intervertebrali e faccette articolari) ma i test valutativi non sono affidabili per attribuire il dolore a determinate strutture.

Un po’ di percentuali sull’origine del dolore lombare:

  • 90% DOLORE NON SPECIFICO
  • 4% FRATTURE COMPRESSIVE
  • 3% STENOSI VERTEBRALE
  • 2% MALATTIA VISCERALE
  • 0,7% TUMORE/METASTASI
  • 0,01% INFEZIONI

Diagnostica per immagine

La risonanza magnetica rappresenta l’esame principale a cui sottoporsi per osservare le varie componenti tissutali della colonna vertebrale. Ciò nonostante, l’esame diagnostico assume valore relativo nel dolore lombare aspecifico, in quanto differenti trial clinici hanno dimostrato che l’immagine radiologica sovente non combacia con la sintomatologia della persona.
L’esame diagnostico andrebbe eseguito nel momento in cui il medico sospetti un problema dissociato dal sistema muscoloscheletrico.

Come prevenire il dolore lombare

Una revisione sistematica del 2016 [21 studi e 30850 pazienti] (Steffens D, Maher CG, Pereira LS, et al. Prevention of low back pain: a systematic review and meta-analysis. JAMA Intern Med 2016; 176: 199-208) ha concluso che l’esercizio in combinazione con l’educazione al movimento previene il dolore lombare, mentre altri interventi presi singolarmente (fasce lombari, solette e/o plantari) non sembrano prevenire il mal di schiena.

Non esistono esercizi specifici per curare il mal di schiena, esiste solo il movimento. Un movimento individualizzato!

rimedi mal di schiena osteopatia

Come agisce l’osteopatia nella cura del dolore lombare

L’osteopatia è una terapia manuale e manipolativa che si basa sulla ricerca delle alterazioni del movimento corporeo e sul conseguente trattamento manuale. A prescindere dal disturbo che la persona riferisce, la seduta di osteopatia inizia sempre con un’anamnesi patologica prossima e remota, ovvero una raccolta dati della storia clinica del paziente; in questo modo si riesce ad effettuare una prima analisi di quelle che potrebbero essere le cause dell’insorgenza del dolore lombare.
Successivamente all’anamnesi si passa alla valutazione della mobilità passiva ed attiva della colonna vertebrale e si eseguono test ortopedici, neurologici ed osteopatici al fine di identificare una o più aree di trattamento.

Il trattamento viene eseguito attraverso differenti tecniche manuali che hanno l’obbiettivo di rilasciare i tessuti, migliorare la mobilità articolare e permettere quindi un miglior adattamento al movimento corporeo.

In Dinamica Bicocca è presente un team altamente qualificato di professionisti in grado di associare al trattamento manipolativo osteopatico un programma individualizzato di esercizi, fondamentali a migliorare la gestione del dolore lombare.

giovanni parravicini fisioterapista osteopata dinamica bicocca milano

Dott. Giovanni Parravicini PT, DO

FISIOTERAPISTA E OSTEOPATA

matteo-ghiringhelli osteopata e fisioterapista dinamica bicocca milano

Dott. Matteo Ghiringhelli PT, DO

FISIOTERAPISTA E OSTEOPATA